Viaggiare in macchina con il carlino

Capita di frequente di avere la necessità di spostarsi in macchina per la città o al di fuori dei propri confini, portando con sè il proprio amico a quattro zampe.

Se siete proprietari di un carlino e dovete viaggiare in auto con il cane e tutta la famiglia, sappiate che il vostro piccolo amico sarà lieto di seguirvi ovunque, pur rispettando una serie di accorgimenti che possano rendere il viaggio molto più semplice e piacevole.

A seconda del luogo di destinazione, è opportuno raccogliere tutte le informazioni del caso, così da non farsi trovare impreparati dal punto di vista delle vaccinazioni e del comfort all’interno dell’abitacolo.
Soprattutto se il cane non ha troppa dimestichezza con il veicolo, il suggerimento sarebbe di compiere prima delle prove più brevi, così da valutare il comportamento e capire se è realmente possibile affrontare un percorso magari più lungo e accidentato.

auto cane

Se tuttavia la necessità incombe, non perdete tempo e leggete tutti i consigli che sono raccolti in questo articolo.

– Valutare con cura la destinazione: prima di mettere in macchina il vostro carlino il primo passo da compiere è studiare la destinazione verso la quale si è diretti. Esistono ad esempio alcune regioni o stati dove alcune malattie sono molto più diffuse e il cane potrebbe trovarsi impreparato dal punto di vista delle vaccinazioni, come accade ad esempio per la lesmaniosi.
Pertanto, il suggerimento è di chiedere consiglio al proprio veterinario e verificare insieme a lui se il libretto sanitario è completo, sia ai fini di una permanenza sul territorio italiano che per l’espatrio.
In alcune nazioni il carlino non potrà entrare se non provvisto di tale riconoscimento, quindi è molto importante portarlo con voi se decidete di fare un lungo viaggio.

– Visitare il veterinario: il carlino è una razza piuttosto delicata che, con il suo muso schiacciato, potrebbe incontrare dei problemi respiratori in caso di ansia e stress, andando in iperventilazione. Un viaggio in macchina potrebbe rivelarsi una condizione piuttosto stancante, capace di agitare il piccolo quindi, nel caso in cui il vostro sia un soggetto particolarmente pauroso, sarebbe consigliabile preparare un blando sedativo da dare all’occorrenza.
In questo modo avrete la possibilità di valutare la sua reazione e, nel caso in cui fosse peggiore del previsto, consentirgli di terminare la tratta dormendo.
Il consiglio sarebbe pertanto quello di compiere prima un tratto breve, così da capire se l’animale si trova perfettamente a proprio agio o invece si mette in una condizione di allerta.

– Posizionare il carlino in macchina: nel caso in cui il vostro esemplare sia tranquillo e mansueto, potrete posizionarlo sul sedile posteriore, magari se qualche altro membro della famiglia si siede vicino e lo controlla in modo adeguato.
In alternativa, il portabagagli è certamente un vano adeguato, a patto che la parte superiore venga scoperta e sia consentito il passaggio dell’aria.
Tuttavia, sarebbe preferibile tenerlo all’interno di un trasportino, così che non si muova troppo all’interno dell’abitacolo e non disturbi la guida del proprietario.
In tal caso fate in modo di fissarlo in maniera consona, così che non si ribalti e aumenti il senso di disagio del cane, che invece all’interno potrebbe sentirsi protetto e sicuro.
Con un cane in macchina le soste dovrebbero essere abbastanza frequenti, sia per permettergli di espletare i suoi bisogni, sia per bere la giusta quantità di acqua e idratare il corpo.
Il carlino, infatti, tende a soffrire di frequente di iperventilazione, quindi è opportuno permettergli di bere quando ne ha più bisogno.

– Gli accessori da portare con sè: quando si decide di compiere un viaggio con il proprio carlino, esistono una serie di oggetti che è necessario avere in macchina.
Il primo è certamente un trasportino poiché, anche se non dovesse essere utile all’inizio, potrebbe servire nel corso del tragitto nel caso l’agitazione dovesse aumentare.
Questo deve essere realizzato in un materiale semi rigido, così che sia possibile fissarlo e modellarlo a seconda delle esigenze sopra o sotto al sedile.
All’interno deve essere inserito un comodo tappetino morbido e assorbente, che lo mantenga comodo e allo stesso tempo possa fare fronte al bagnato.
Non dimenticate di aggiungere un gioco che possa farlo sentire a proprio agio, così che si senta confortato nel caso i rumori e il movimento fossero troppo fastidiosi e paurosi.
Nel veicolo deve essere sempre presente una ciotola per l’acqua, così che al momento della sosta sia riempita di acqua fresca e idrati il cane.
Per quanto riguarda il cibo, invece, sarebbe preferibile far passare alcune ore dal pasto completo, poiché lo stomaco potrebbe risentire delle curve e delle buche, provocando spiacevoli episodi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui